DOPO NOVE MESI il ritorno di Retrò nel centro di Città di Castello

“Dopo nove mesi di stop per l’emergenza da Covid-19, domenica 27 giugno tornerà Retrò, con una ripartenza all’insegna dei grandi numeri e una piazza Garibaldi completamente pedonale, che offrirà alla manifestazione una sede fissa per tutta l’estate, con spazi ancora più ampi per ospitare nella massima sicurezza gli espositori, i tifernati e i turisti che visiteranno la città”. Lo annuncia l’assessore al Commercio e al Turismo Riccardo Carletti, nell’anticipare che “saranno probabilmente più di 100 gli espositori di antiquariato, oggettistica antica, rigatteria, hobby e collezionismo che si daranno appuntamento a Città di Castello, molti dei quali al debutto assoluto nella nostra rassegna”. Quella di domenica sarà un’edizione straordinaria della manifestazione, che è slittata alla quarta domenica del mese per la concomitanza con “Only Wine Festival” e per la necessità di rispettare le disposizioni per il contenimento del Covid-19 riguardanti in particolare il divieto di assembramenti. Dal prossimo appuntamento di luglio tornerà la tradizionale calendarizzazione della terza domenica del mese. “C’è molta attesa tra gli espositori, che da tempo aspettavano di tornare a Città di Castello, ma anche tra i cultori di questo genere di offerta, di grande richiamo anche per i turisti che già stanno arrivando in maniera promettente nel nostro territorio”, evidenzia Carletti, che segnala la “scelta strategica di puntare per tutta l’estate su piazza Garibaldi, estendendo la superficie disponibile anche al tratto stradale antistante viale Vittorio Veneto antistante l’edificio dell’ex scuola”. “Grazie al lavoro della Polizia Municipale, che collaborerà con le forze dell’ordine, metteremo a disposizione una grande area completamente pedonale, che garantirà il pieno rispetto delle normative per il contenimento della pandemia, dando modo a espositori e visitatori di usufruire al meglio di uno spazio urbano ideale, valorizzato dalla dimora rinascimentale di Palazzo Vitelli a Sant’Egidio e dalla collezione delle opere di Alberto Burri”, puntualizza Carletti. All’intera disponibilità di piazza Garibaldi si aggiungeranno quella della carreggiata di viale Vittorio Veneto, nel tratto compreso tra la rotatoria all’incrocio con viale Diaz e viale De Cesare e l’impianto semaforico in corrispondenza di via Labriola, quella dei giardini antistanti le mura urbiche e quella del tratto dia via Gramsci compreso tra piazza Garibaldi e via Sant’Antonio. Per consentire di riservare l’area, nella quale sarà garantito il passaggio dei mezzi di emergenza-urgenza, sarà tracciata una viabilità alternativa lungo via Lapi, via Piave e via Gramsci, mentre il parcheggio antistante l’ex scuola Garibaldi sarà a disposizione di espositori e visitatori. “L’ultima edizione di Retrò del 20 settembre 2020 fu da record, con 130 espositori – ricorda Carletti – e, alla luce delle prenotazioni per domenica prossima, ci sono tutte le condizioni perché la manifestazione possa riprendere la propria programmazione all’insegna della partecipazione numerosa e qualificata di antiquari, collezionisti, rigattieri e hobbisti”.

Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *