UMBERTIDE: L’arrivo della Montello leader europeo del riciclo quali scenari apre ? L’interrogazione di Umbertide Cambia

Umbertide Cambia si domanda se L’acquisizione del 50% del capitale di Splendorini Srl da parte di una azienda lombarda, leader in Italia ed in Europa nel settore del trattamento dei rifiuti, la Montello SPA, sia una buona o una cattiva notizia per gli abitanti di Calzolaro, per l’Altotevere e per l’Umbria. Una domanda che vedremo poi come Umbertide cambia articolerà nel suo intervento al riguardo. La Montello spa, per tornare alla notizia, è un azienda leader in Europa dell’industria del riciclo. Sede appunto a Montello di Bergamo , l’azienda si è riconvertita passando dall’acciaio al riciclo, operazione avvenuta negli anni 90.” Di certo -affermano da Umbertide Cambia, questa operazione :” non è un fatto indifferente”. “In primo luogo dimostra purtroppo con il senno di poi – continuano nel comunicato- quanto fosse lungimirante la scelta di SoGePu, sostenuta politicamente soltanto da Umbertide cambia, di realizzare questa stessa operazione ora concretizzata da una azienda privata, esterna al territorio, con legittimi interessi  economici, che ha quindi una natura sostanzialmente diversa da quella di una società pubblica e regionale, assegnataria della gestione dei rifiuti nell’ambito per i prossimi 15 anni, che ha per statuto anche obiettivi di utilità sociale. Più che alla natura, la valutazione reale attiene però alla strategia aziendale. Sicuramente, la nuova partnership punterà immediatamente alla piena utilizzazione delle 50.000 tonnellate di lavorazioni autorizzate. Questo significa però ottimizzare l’impianto attualmente gestito con i necessari interventi urbanistici e per la sicurezza e realizzare soluzioni viarie che consentano di dare una risposta al traffico di mezzi pesanti, sicuramente in aumento. I tempi di queste soluzioni non saranno indifferenti per la “pace ambientale” dei cittadini e notevoli saranno gli investimenti, pubblici o privati, da mettere in campo. Oppure l’azienda opterà per una immediata delocalizzazione della produzione, che poi era la soluzione immaginata da Umbertide cambia anche nella ipotesi SoGePu? L’argomento, considerati gli attacchi strumentali sulla questione della Lega nei confronti di Umbertide cambia, sarà oggetto in Consiglio comunale di una interrogazione utile a capire cosa pensa l’Amministrazione Comunale di questa nuova situazione, se ne ha avuto notizia formale e preventiva dagli imprenditori interessati, se ha condiviso con loro un progetto di sviluppo e se vi è in animo un incontro con la nuova proprietà. E qui, per ora, ci fermiamo. Ben consapevoli però, considerata la forza della lombarda Montello Spa e la debolezza dei players umbri, che l’operazione potrebbe impattare su tutto il sistema regionale della gestione dei rifiuti”.

Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *