UMBERTIDE: CORTO CIRCUITO tra Regione e Comune sulle proposte dei Civici

Mentre la Presidente Tesei accoglie e mette in atto la proposta del consigliere regionale Andrea Fora di “Patto civico-Civici per” sullo screening volontario degli studenti e del personale scolastico delle scuole superiori presso le farmacie pubbliche e private, la Giunta e la maggioranza leghista di Umbertide boccia proprio questa proposta avanzata localmente da noi civici di Umbertide cambia.

Una mancanza- scrive in un comunicato Umbertide Cambia- di comunicazione tra le due Giunte? No, perché non è la prima volta che accade, soprattutto sulla sanità. Come civici abbiamo proposto con una mozione l’infermiere di famiglia che poi la Regione ha accolto mentre la Giunta Carizia l’ha bocciata; abbiamo chiesto con un Odg in Consiglio comunale il rafforzamento della medicina territoriale attraverso le Usca (Unità speciali continuità assistenziale), poi sostenute dalla Regione, e i leghisti di Umbertide lo hanno respinto. Insomma, tre indizi fanno una prova. Una prova della chiusura e isolamento di questa Amministrazione e delle sue enormi difficoltà di gestione. Perciò auspichiamo che il Sindaco e la Giunta, almeno nelle strategie di fondo per quanto riguardano le misure dell’emergenza, le condiva con tutte le opposizioni, a partire dalla campagna sulla vaccinazione nella quale autonomamente l’Amministrazione deve integrare le politiche regionali, dal punto di vista logistico, e a partire dalla ridefinizione completa del Pronto soccorso, soprattutto del triage”.

Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *