LASCITO MARIANI: Schiattelli :”nessun atto a distanza di tempo, ma 280mila euro da pagare alla asl”

In un’interpellanza il consigliere comunale tifernate del Gruppo Misto Filippo Schiatelli torna a parlare del Lascito Mariani. In particolare nel documento Schiatteli dice “In considerazione dell’attuale periodo di grave emergenza sanitaria a seguito della cosiddetta seconda ondata di contagi a causa del Covid-19, che coinvolge come altri anche il nostro Ospedale cittadino, preso atto del lodevole impegno di solidarietà dello stesso  nella cura di pazienti Covid provenienti anche da altri territori, essendo evidente che non si muore di solo Covid e di quanto sia importante garantire massimamente anche gli altri principali servizi sanitari, chiedo che non si rincorrano più le chimere quali i progetti sul vecchio ospedale  ma piuttosto, ci si adoperi nell’immediato utilizzo, di concerto con la U.S.L. Umbria n.1, delle cospicue risorse disponibili e fino a necessità, affinché  l’Ospedale e tutti gli operatori sanitari che ci lavorano possano espletare al meglio la propria funzione ovvero la cura e la prevenzione dei malati, tutti, anche delle patologie non Covid”. “Nel pieno rispetto, elemento non da poco, della volontà della testatrice Clara Mariani , la quale, se potesse vedere come negli anni siano state disattese le proprie intenzioni filantropiche si rivolterebbe nella tomba”. In particolare Schiattelli chiede “se gli impegni in carico al Sindaco ed alla Giunta, a seguito dell’approvazione da parte del consiglio dell’ordine del giorno proposto dal sindaco e Zucchini, siano stati intrapresi fattivamente oppure no, visto che da giugno  ancora ad oggi, non siamo a conoscenza di nessun atto formale di concerto con la U.S.L. Umbria n.1 per l’utilizzo del lascito”. Il consigliere chiede di conoscere “esattamente a quanto ammonta ad oggi e  come sia stata custodita l’ingente somma del lascito da quando, circa oltre sei anni or sono,  è nelle disponibilità del nostro Comune e quanti sono ad oggi gli interessi maturati di cui parlava il Sindaco durante la Commissione Programmazione economica del maggio scorso”. Infine Schiattelli chiede se sia vero che “la ASL ha chiesto 280mila in aggiunta al lascito Mariani, trasferito nelle sue disponibilità con l’approvazione dell’ordine del giorno del Sindaco e di Zucchini, soldi relativi alle spese legali dedotte. Se è vero, che farà l’Amministrazione? Sicuramente non dovrà gravare sulle tasche dei cittadini”.

Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *