CALCIO: La serie D, il campionato “fantasma” che oggi propone uno dei tanti recuperi : Flaminia-Tiferno

Oggi si rigioca nel campionato più inutile che la storia ricordi: quello della serie D ammalata di Covid. Si, inutile perché se i campionati chiamati professionistici giocare ha un senso, nel campionato di serie D questo senso non lo vediamo. Continuiamo a vedere in verità messaggi di società che la federazione ha lasciato allo sbando, società che già facevano fatica prima per portare avanti le proprie attività, ma che oggi con l’emergenza fuori dalla porta rischiano di soffocare direttamente. Non capiamo sinceramente a chi possa giovare questo teatrino (anche se qualche idea ce la siamo fatta), ma la questione è davvero seria. Giocare senza pubblico in serie D , nel solo campionato dove la presenza fisica dei tifosi ha un senso logico e non solo per l’appartenenza, ha davvero del ridicolo. Non ci sono coperture televisive, non ci sono tifosi, non ci sono occhi che possano guardare, quindi questo campionato fantasma che senso ha ? Senza considerare le soste forzate che ci saranno i recuperi da fare le partite che non si giocheranno e tutte le le spese sostenere la “baracca” che non comprendono solo la voce rimborsi ai giocatori; ma tutto quello che concerne, sanificazione e test e tanto altro a corredo. Insomma, un circo che come detto non è neppure mediatico, ma piuttosto una corsa ad occhi bendati verso l’indebitamento suicida . Comunque, per la cronaca oggi alle 15 , va in scena Flaminia-Tiferno .

Le interviste di Chiara Pasqui

Dopo un mese di sosta forzata è sempre un’incognita ma durante gli allenamenti abbiamo lavorato bene, la squadra è in forma. Mi piacerebbe vedere in campo gli stessi miglioramenti che vedo durante la settimana.-Mister Nofri Onofri alla viglilia del recupero infrasettimanale contro il Flaminia-Cercheremo come sempre di ottimizzare il risultato a nostro favore. Conosco l’avversario, l’ho già incontrato in altre circostanze. La squadra è costruita per vincere, vengono da un risultato non felice perciò vorranno sicuramente la rivalsa dopo lo scontro col Siena. Ce la giocheremo come sempre.”

Fabio Catacchini si dice molto fiducioso sulle capacità dei suoi compagni “Forse c’è servito per prepararci al meglio e focalizzare gli allenamenti per farci trovare pronti alla ripartenza; il ritmo partita sarebbe stato , indubbiamente, più costante se avessimo giocato domenica in domenica. Ho la massima fiducia nei miei compagni, ho visto come si sono allenati in questo periodo. Loro vengono da una dura sconfitta quindi scenderanno in campo per rifarsi ma noi non concederemo nulla e lotteremo al meglio delle nostre possibilità.

Intervista doppia Peluso- Gorini, considerazioni concordi alla vigilia dell’atteso recupero contro il Flaminia:

“Conosco la squadra, ha buone qualità, buoni giocatori. – cosi Peluso-Vorranno la rivalsa dopo la scorsa domenica. Hanno speso molte energie nell’ultima gara. La voglia di tornare in campo farà la differenza e noi ne abbiamo molta. Sarà una partita difficile ma per noi è importante fare punti per la classifica”

“Anche durante la sosta abbiamo continuato ad allenarci come se dovessimo scendere in campo regolarmente. Preferisco sempre giocare per mantenere il ritmo partita; non è stato possibile ma non importa abbiamo finalmente l’occasione per tornare a dire la nostra in campo.

E’ un campionato anomalo, la classifica non rispecchia i valori perché le squadre devono recuperare ancora varie partite. Speriamo migliori la situazione così da poter tornare alla regolarità del campionato ed avere finalmente la situazione più definita.” Conclude così Gorini.

Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *