POLVERI SOTTILI: C’è attenzione anche in città

Ecco che in alcune cose ci possiamo sentire uguali alle città più grandi. Anche per noi il “gelo” dell’inquinamento da Polveri Sottili. L’allarme che ogni anno esce per richiamare l’attenzione dei cittadini sull’utilizzo dei veicoli a motore e dei camini a legna nelle città “sovradimensionate”, arriva quest’anno anche a Castello. Come ha detto bene l’assessore Massetti : “siamo sulla soglia di attenzione”, però è bene adoperarsi per cercare di dare un piccolo ma tangibile contributo limitando l’uso di auto e camini a legna.

“Invitiamo i cittadini a moderare per quanto possibile il ricorso alle fonti di emissioni più diffuse in questo periodo: l’auto per gli spostamenti e legna come combustibile”: è l’assessore all’Ambiente del comune di Città di Castello Massimo Massetti a rivolgersi ai tifernati, in un frangente meteorologico critico per la permanenza delle polveri sottili, ed in particolare PM10, la cui concentrazione ha registrato in questi giorni alcuni sforamenti rispetto ai valori limite. “Chiaramente non stiamo parlando di un fenomeno circoscritto ma di una situazione che riguarda il territorio nazionale e che è destinata a perdurare, stanti le attuali previsioni” aggiunge l’assessore “Monitoriamo la situazione ma per ridurre l’incidenza del fattore meteo sulla qualità dell’aria è necessaria la collaborazione di tutti i cittadini nel limitare gli effetti del traffico veicolare e dell’uso di biomasse, a cui si riconduce principalmente la produzione di PM10. Il periodo peggiore dell’anno per l’aumento delle polveri sottili è tra novembre e febbraio proprio perché l’uso del mezzo privato a causa del freddo si estende e il fuoco del camino è un efficace integratore al riscaldamento domestico. Da questo punto di vista impianti ad alta efficienza e pellets certificato possono agevolare la riduzione delle emissioni di polveri sottili nei mesi invernali”.  

Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *