CALCIO: Il derby al Vivialtotevere. La Tiferno rimane in vetta. Primo posto anche per la Virtus

La festa della Tiferno 1919 iniziata sabato mattina nelle sale del comune tifernate non ha avuto continuità sul terreno del Bernicchi, dove i biancorossi affrontavano il Vivialtotevere Sansepolcro. C’era grande attesa per questo primo derby di campionato . Poi il gol del vantaggio che aveva illuso i ragazzi di Santececca, realizzato per giunta da Tersini, uno dei tanti ex della sfida, faceva trasparire una giornata ricca di gioie. Troppo poco, però, per abbattere la voglia dei bianconeri biturgensi di dare continuità alla serie positiva di risultati che dura da quasi un mese. Nella seconda frazione di gioco la squadra di Bonega ha saputo ribaltare la sfida; prima con Arcaleni e poi con D’Urso. Ha inserito, con la vittoria , negli annali questo che per la storia è il primo derby di Eccellenza tra le due compagini. Nonostante la sconfitta contemporanea della Narnese la Tiferno 1919 mantiene la vetta. E questo è già qualcosa, almeno per pareggiare la sfortuna del campo. La vittoria consente al Sansepolcro di sorpassare in classifica il Lama che a Santa Maria degli Angeli non è andato oltre lo 0-0. Con lo stesso risultato ad occhiali il Trestina (e parliamo di Serie D) getta alle ortiche una buona occasione interna per avvicinarsi alla quinta piazza. Il pari interno con il Gavorrano non aiuta. PROMOZIONE: Con fatica il Montone porta a casa i tre punti nello storico derby con la Pietralunghese. Il fanalino di coda passa addirittura in vantaggio, ma si fa poi raggiungere e rimontare dagli indomiti ragazzi di mister Borgo. Sugli scudi Martini ex di turno che realizza una doppietta. L’amara, in questo caso, legge dell’ex colpisce il Castello Fc a Tavernelle. Pica arrivato in Umbria da giovane promessa per vestire la maglia biancorossa ha condannato la sua ex squadra ad una brutta sconfitta. Belloni, bomber rossonero, consente al Selci di non uscire sconfitto nella trasferta di Mugnano. (1-1). PRIMA CATEGORIA. La copertina se la meritano i Tigrotti di Ceccagnoli al quarto risultato utile consecutivo. Questa volta a farne le spese è il Montecastelli che si vede superato in casa per 1-3 (determinante la doppietta di Corneli). Finisce in parità il derby di Cerbara, con il Sansecondo che si illude con Bevignani che va in gol a 5 minuti dalla fine. Il pareggio di Santinelli mette fine alle speranze dei verde-blu (1-1). Sconfitta per il Calzolaro nel difficile campo di Cerqueto (3-2). Il pareggio del Pierantonio consente alla Virtus San Giustino di passare in testa alla classifica, in attesa del recupero di Sansecondo. Onore quindi alla squadra di Farinelli che da continuità al successo esterno di domenica, battendo il Carbonesca con gol di Salis e Del Bene.

(la foto in copertina e tratta dal profilo facebook della Virts San Giustino)

PREMIATA IN COMUNE LA TIFERNO 1919

“La vittoria della Coppa Italia è un segnale forte che la Tiferno 1919 ha dato all’intero movimento calcistico regionale ed è la dimostrazione che questa società, con il lavoro serio e appassionato dei suoi dirigenti, dei suoi tecnici e dei suoi giocatori, ha raggiunto un livello di assoluta eccellenza che è la base per costruire successi ancora più importanti”. E’ il saluto con il cui il sindaco Luciano Bacchetta e l’assessore allo Sport Massimo Massetti hanno sottolineato la cerimonia con cui stamattina nella sala del consiglio comunale è stato tributato il riconoscimento pubblico dell’amministrazione al sodalizio guidato dal presidente Roberto Bianchi e dal figlio Michele Bianchi, direttore generale, per la conquista Coppa Italia di Eccellenza Umbra nella finale dello scorso 13 novembre contro la Ducato Spoleto. Nel corso dell’iniziativa, presentata da Renato Borrelli, Bacchetta e Massetti hanno consegnato al presidente Bianchi una targa commemorativa dell’importante risultato ottenuto dal Tiferno 1919, mentre il capitano Simone Eramo mostrava il prestigioso trofeo in una sala gremita da giocatori, dirigenti e tecnici della società, da tifosi e appassionati di calcio, alla presenza anche dell’assessore Luca Secondi. “In questi tre anni abbiamo fatto un percorso straordinario di cui siamo molto orgogliosi e i risultati che abbiamo ottenuto sono frutto di un gruppo di lavoro serio, che si diverte e ha fame di vittorie”, hanno dichiarato Roberto e Michele Bianchi, nell’evidenziare “la soddisfazione nel rivedere tanti tifernati che sono tornati ad amare il calcio seguendo la nostra avventura sportiva, nella quale ci siamo dati l’obiettivo di ricreare le connessioni che permettessero alle eccellenze del territorio di lavorare insieme per questa città, per portare in alto il nome di Città di Castello e darle prestigio”. “Ho chiarito a tutti che voglio vincere anche questo campionato e che l’obiettivo è la serie D, uno splendido ponte sul quale non voglio sostare”, è stato il messaggio che il presidente Roberto Bianchi ha indirizzato alla platea.

Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *