CASTELLO: Agevolazioni sulla Tari anche per l’anno 2019

Confermate anche per il 2019 le agevolazioni sulla Tari per i tifernati in condizione di disagio economico e sociale. Nel 2018 erano stati 130 i soggetti, con un Isee inferiore a 8.500 euro, a cui l’Amministrazione comunale di Città di Castello aveva erogato un rimborso tra 130 euro e 180, a seconda del nucleo familiare. Confermato anche il plafond finanziario in 20mila euro, sufficienti a coprire le domande con i requisiti in regola, almeno per le annualità già liquidate. Naturalmente ci sono alcuni requisiti da rispettare per accedere all’attribuzione di questo vantaggio economico: in primo luogo essere residenti a Città di Castello, essere in regola con i pagamenti pregressi della Tari ed avere un’utenza domestica. “Abbiamo ritoccato l’Isee passato da 8.500 euro a 9.500 perchè alla fine della graduatoria avevamo ancora disponibilità” spiegano dall’Amministrazione comunale “ll quadro di questi ultimi anni è preoccupante soprattutto per i riflessi della crisi economica, in particolare nei confronti di chi è più vulnerabile e richiede un sistema di protezione sociale che garantisca livelli di assistenza e percorsi inclusivi che possono protrarsi anche per lunghi periodi. La nostra azione è sempre stata guidata verso un’elevata qualità, coesione sociale e per un sostegno inclusivo, che, sulla scorta di dati dei servizi sociali, abbiamo indirizzato verso il numero crescente di famiglie che si trovano in difficoltà nel pagamento delle varie utenze e abbiamo inciso laddove il tributo era locale”. Il rimborso riguarderà le somme sostenute per la tassa rifiuti (TARI) relative all’anno 2018 agli aventi diritto, sarà concesso sino a un massimo di 130,00 euro per nuclei familiari fino a tre componenti e 180,00 per nuclei familiari da quattro a più componenti, fino all’esaurimento delle risorse stanziate sulla base di un’apposita graduatoria, formulata tenendo conto della fascia Isee in ordine crescente. Per accedere al rimborso è necessario  fare domanda su apposito modello in distribuzione gratuita presso gli uffici comunali: URP (Ufficio Relazioni con il Pubblico), Ufficio Tributi, Ufficio Amministrativo Politiche Sociali, Uffici della Cittadinanza, Delegazione Comunale di Trestina. Avviso e modulo per la domanda sono pubblicati anche nel sito istituzionale del comune www.cittadicastello.gov.it a questo link. Le domande dovranno pervenire al Comune di Città di Castello via PEC o per raccomandata con avviso di ricevimento o consegnata a mano all’Ufficio Protocollo del Comune entro e non oltre il 22 novembre 2019.

Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *