SERVIZIO PUBBLICO SCOLASTICO: La posizione di Lignani e la replica del Carat

Un botta e risposta tra Carat (società di gestione dei trasporti ) e Andrea Lignani Marchesani di Fratelli d’Italia che apre con “calore” la stagione scolastica dei trasporti. Il capogruppo del centrodestra cittadino si è soffermato sulla situazione creatasi il primo giorno di scuola (quando forse ancora gli ingranaggi sono ancora da rodare al meglio). La risposta di Carat non si è fatta attendere, ed è proprio il Consorzio a puntualizzare il fatto che nessuna lamentela da parte degli utenti è stata registrata.

ANDREA LIGNANI MARCHESANI ” I servizi di trasporto a Città di Castello stanno subendo un’involuzione legato a tristi contingenze economiche e sociali ; una contrazione del servizio che nulla ha a che vedere con la “Smart City” ecologica e integrata prevista dal futuribile Piano Urbano di Mobilità Sostenibile in approvazione nel prossimo mese di ottobre. Qui l’utopia si scontra con la realtà di un consorzio in ginocchio escluso dalla gara, con bambini costretti a fare lunghe distanze per raggiungere il luogo di raccolta, con ritardate registrazioni di studenti regolarmente iscritti al servizio da parte del Comune, addirittura con inesistenti corse di ritorno in alcuni casi che hanno provocato la disdetta dal servizio e l’accesso all’abbonamento parallelo del servizio pubblico di trasporto. Una situazione emersa drammaticamente nel primo giorno di scuola, fatta salva ovviamente la necessaria fase di rodaggio. Certo e’ comprensibile che il CARAT non abbia entusiasmo nell’armonizzare situazioni critiche di cui altri potrebbero beneficiare alla scadenza della prorogatio ma è indubbio che i soggetti coinvolti, Comune, gestore e società di trasporto pubblico debbano interagire meglio per fornire servizi e orari migliori. In primo luogo è necessario avere contezza del ripristino integrale delle corse del trasporto pubblico locale soppresse o parzialmente ridotte nel periodo estivo che tanti disagi hanno provocato in tutto il territorio valtiberino. Poi conoscere come l’Amministrazione intenda affrontare una situazione che si è fatta per pluralità di contingenze oggettivamente difficile.  All’uopo è stata presentata in data odierna un’interrogazione qui sotto riportata sull’argomento” .

IL CARAT: ” Nonostante lo stupore per il provvedimento di esclusione dalla procedura emesso a suo carico, sta continuando a svolgere il servizio con la stessa diligenza e la stessa professionalità utilizzata degli ultimi 32 anni . Ad oggi, nonostante la normale confusione che regna all’inizio di ogni anno scolastico, non si registrano , a causa del nostro operato, lamentele o segnalazioni di disguidi, nè tanto meno di disservizi, a dimostrazione che il servizio viene regolarmente erogato secondo le prescrizioni delle amministrazioni comunali a cui compete la programmazione e la determinazione degli elementi qualitativi del servizio. Ogni notizia diversa dalla presente è attualmente destituita da ogni fondamento”.

Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *