Cose di Lana-Supermaglia: il Tribunale ha concesso l’affitto all’azienda biturgense BMA

Importanti novità nella vicenda Cose di Lana-Supermaglia. Nei giorni scorsi, il
sindaco di Sansepolcro Mauro Cornioli ha rivolto una serie di appelli ed ha
esplorato varie ipotesi con realtà imprenditoriali della Valtiberina e non solo,
nella speranza di individuare un percorso nuovo a seguito dei fatti che nelle scorse
settimane hanno portato alla chiusura dell’attività da parte del Tribunale di
Arezzo. 

A seguito delle richieste inoltrate nei giorni scorsi, il primo cittadino comunica
che il Tribunale ha concesso l’affitto d'azienda all’imprenditore Marcello Brizzi,
titolare dell’azienda BMA di Sansepolcro.

“L’obiettivo è quello di dare nuova vita al nostro settore maglieria e non
disperdere l’importante professionalità delle maestranze di Cose di Lana – commenta
Cornioli - una lunga storia di eccellenza a Sansepolcro che ci auguriamo possa
continuare in questa nuova esperienza.”

Lo stesso Brizzi, imprenditore ben conosciuto in città, si è formato all’interno di
Cose di Lana prima di intraprendere un suo percorso personale che lo ha portato a
produrre capi d’abbigliamento per importantissime griffe di caratura internazionale.
 
“Un profilo importante – sottolinea Cornioli – che con grande responsabilità sociale
ha scelto di proporre questa soluzione. Da sindaco ed imprenditore, ringrazio la
famiglia Brizzi per questo loro ulteriore impegno imprenditoriale, nella speranza
che possa essere la prima tappa di un lungo percorso di crescita.”

Dopo l’auspicata accettazione degli organi della procedura fallimentare e del
Tribunale, il “si” definitivo dovrà arrivare da sindacati e lavoratori.

“Con attenzione e consapevolezza delle difficoltà del mercato – dichiara Marcello
Brizzi – siamo fieri di poter lanciare questa nuova sfida, ossia ridare vita a
quella dinamica imprenditoriale per la parte produttiva che grazie alle competenze e
professionalità presenti possa sviluppare un’importante esperienza di alta qualità.”
Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *