MARATONA: la Lamarina un cult per i runners. Domenica la gara

Non è mai facile migliorare una cosa già ottimamente organizzata ma l’Olympic Runners Lama ogni anno alza l’asticella in maniera graduata e soprattutto mantenendo la storicità di una manifestazione arrivata alla 34^ edizione; una storicità di percorso, una storicità di coinvolgimento di un intero paese, una storicità di legame tra Sport e Cultura, una storicità di ampia scelta di percorsi per grandi e piccoli, una storicità di legame con tante Associazioni ed Enti del territorio e …. Grazie a tutto questo la “Lamarina” senza nascondersi dietro ad un dito è e sempre lo sarà: una parte della storia del podismo organizzato in Italia.

Servizio di Gabrio Possenti 

Questo è quanto è emerso ma soprattutto confermato nel

corso della partecipatissima conferenza stampa di Sabato Mattina che i ragazzi dell’Olympic Runners Lama negli ultimi anni organizzano in maniera impeccabile grazie alla collaborazione con L’Associazione Filarmonica di Lama che mette a disposizione gli splendidi spazi, all’interno dei locali

adibiti all’insegnamento della musica.

Il saluto immancabile è toccato al Nuovo Presidente Olympic Michele Perugini che dopo il ringraziamento per la presenza ha subito ricordato le tre novità 2018: “ da quest’anno la Lamarina è inserita oltre che nel Grand Prix Fidal Umbria e Grand Prix Altotevere anche nel GP UP Policiano; il costo dell’iscrizione è sceso da eu 11 (pre iscrizione) e eu 13 (Sabato e Domenica) a eu 8 (pre iscrizione) e eu 10 (Sabato e Domenica), per la Non competitiva senza differenzazione temporale di iscrizione i partecipanti pagheranno eu 8 e non più 11 o 13; infine la terza novità riguarda – e conclude il presidente – il pacco gara, a differenza degli anni passati non è più alimentare ma ci sarà una maglia tecnica di ottimo livello”.

Immancabile il passaggio di ringraziamento per coloro che portano i colori dell’Olympic Runners Lama: “i nostri tesserati – ha ribadito Massimiliano Piandani – partecipano da atleti in tantissime manifestazioni ed in tante altre aiutano all’organizzazione di gare altre Società; siamo arrivati ad essere poco meno di 90 ed all’inizio eravamo in 24, questo – e conclude il Vice Presidente – è il risultato di un la voro ed un impegno costante e serio”.

“Lama si trasformerà, il centro sarà chiuso al traffico e come ogni anno il tutto si vestirà da vera e propria festa – ha detto Massimo Barberi; la gara come sempre attraversando tutti i centri del Comune di San Giustino offrirà scorci bellissimi del nostro territorio ma allo stesso tempo un percorso tecnico e non facilissimo soprattutto nell’ultimo tratto; i concorrenti – ha concluso il consigliere giallonero – avranno la fortuna di passare in centri dove la Maratonina Lamarina è veramente sentita e quindi saranno incoraggiati ed applauditi non per ultimi dalle note della Banda della “Filarmonica F. Giabbanelli” di Selci che come anno scorso suonerà all’inizio di Viale Francesco Nardi per tutti coloro che transiteranno”; previste anche tre postazioni DJ su tutto il percorso.

Pietro Petruzzi: “Mi piace ricordare il grosso impegno per i più piccoli, le spazio a loro dedicato con le gare che dalle 09.00 in poi anticiperanno la “Lamarina”, da quest’anno grazie allo Sponsor Sixtus – continua Petruzzi – ai tre plessi scolastici più numerosi verrà donata una borsa medica di primo soccorso; i ragazzi che rientrano per età nei campionati FIDAL saranno dotati (come i più grandi) di microchip; poi – puntualizza il consigliere Olympic – è giusto ricordare la gara non competitiva che si correrà o camminerà per una distanza di km. 5 con i trofei offerti dall’Ufficio Mediolanum di Cesare Sassolini ma immancabile è il poter dire che anche quest’anno il livello tecnico sarà garantito da atleti di primissimo livello (Ruanda, Kenya e Marocco), sicuri presenti il Keniano Sammy Kingetich e la connazionale e top runner Vivian Jerop Kemboi, ottimi atleti presenti anche a livello italiano partendo dal primo italiano classificato dell’anno scorso a Lama Riccardo Passeri, ma – e chiude Petruzzi – attenzione agli atleti del nostro comprensorio”.

Belli ed applauditi i passaggi di alcuni ospiti: Il Presidente della Croce Rossa Italiana di Città di Castello Francesco Serafini che ha ricordato la presenza sul territorio, partendo dalle manifestazioni sportive da parte della Croce Rossa Italiana; il Consigliere FIDAL Patrizio Lucchetti che non ha nascosto che in un futuro – magari non lontano – anche in una zona a nord dell’Umbria e perché no a Lama si potrebbe tenere un evento importante organizzato insieme alla FIDAL; di Isabella Consigli de IL Poliedro che anche per quest’anno presenta “Corri al Museo”, la possibilità ad un costo ridottissimo di visitare il museo di Villa Magherini Graziani; Antonio Ciabucchi (Presidente Atletica Pakman) che rimarca la grande collaborazione con l’Olympic Runners Lama, alla pista di atletica con il supporto nell’organizzare qualche gara campestre e naturalmente in piazza a Lama dove la Pakaman schiererà tecnici e materiali per far divertire i più piccoli all’interno del panorama (atletica); Cesare Sassolini (Ufficio Mediolanum) che ancora una volta ha voluto ribadire come la Lamarina sia una gara per tutti e quindi il sentirsi in dovere di offrire i trofei per i primi classificati della NON competitiva; immancabile il saluto del padrone di casa Valerio Mearelli (Presidente dell’Associazione Filarmonica di Lama).

Prima del saluto di chiusura conferenza, della foto e del buffet, la Novità tanto voluta dall’Olympic Runners Lama e dal suo consiglio, il ringraziare con l’omaggio di una targa un personaggio che ha da sempre collaborato per l’ottima riuscita della manifestazione; per l’edizione 2018 il ringraziamento è andato a: Nazzareno Chiasserini “Il Bicchio” (mai riconoscimento fu più meritato).

Maratonina Lamarina 2018 – 34^ edizione…. COMUNQUE VADA:: E’ GIA? UN SUCCESSO

Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *