ESTATE IN CITTA’. il cartellone della manifestazione che darà vita al centro storico

Sarà l’estate del riscatto per il centro storico ? Lo sperano gli operatori turistici e lo spera l’amministrazione comunale che di questa “battaglia” al consenso sullo struscio nelle vie principali se ne sta facendo quasi una malattia. L’epidemia dei negozi sempre più con il fiato sul crollo della crisi e della mancanza di vita all’interno delle mura urbiche è un fatto che tocca è vero la nostra città; ma tocca in maniera marcata anche altri centri storici. La  medicina giusta non è stata ancora trovata e si va per tentativi ingorgando di manifestazioni l’estate nella speranza che arrivi e si stabilizzi il sacro furore della permanenza in centro del turista e dell’avventore quotidiano. Per fare questo, intanto, si cerca linfa vitale dalle manifestazioni estive e proprio nella giornata di ieri è stato presentato il cartellone. 

L’attenzione alle esigenze di valorizzazione del centro storico, sotto il profilo economico, culturale e architettonico, è prioritaria per l’amministrazione comunale, che è tra le pochissime, se non l’unica, a destinare risorse pubbliche per un cartellone di iniziative come quello di ‘Estate in Città’, e investe con continuità nella riqualificazione urbanistica, con interventi e progetti ambiziosi che riguardano i luoghi e i monumenti principali”. E’ il concetto che ha sottolineato il sindaco Luciano Bacchetta, insieme all’assessore al Commercio e al Turismo Riccardo Carletti, nel presentare il cartellone di eventi di “Estate in città” all’interno di una valutazione complessiva delle azioni dell’ente rivolte alla promozione della realtà sociale ed economica della città racchiusa dalle mura urbiche. “Dobbiamo sfatare il luogo comune di un centro storico svuotato di attività, perché i dati ci dicono che nel 2018 qui sono aperte 274 tra imprese commerciali e pubblici esercizi, 6 in più di quanti se ne registravano nel 2010”, ha detto Bacchetta, che ha preannunciato “un’iniziativa pubblica di confronto con le associazioni di categoria e gli operatori economici per concertare soluzioni a supporto della proposta commerciale del cuore della città, anche nell’importante prospettiva di piazza Burri che comporterà un cambiamento epocale, perché intendiamo occuparci con la massima attenzione e senza alcuna sottovalutazione delle questioni che riguardano il nostro tessuto economico, le sue difficoltà e le sue mutate dinamiche”. “Stiamo lavorando perché il centro storico sia fruibile, sia ben servito e sempre più bello dal punto di vista urbanistico e architettonico, in modo da offrire le necessarie condizioni di appetibilità a supporto della presenza di attività commerciali”, ha puntualizzato il primo cittadino, che ha preannunciato l’imminenza di altri interventi strategici, come quelli che a breve consentiranno di riaprire al pubblico la torre civica e di disporre un nuovo parcheggio ai Frontoni con 50 posti auto. La  chiusura di questi cantieri consentirà di avviare azioni attese e importanti come la riorganizzazione del mercato settimanale degli ambulanti, “che – hanno osservato Bacchetta e Carletti – doveva necessariamente andare di pari passo con l’esecuzione dei lavori pubblici riguardanti i luoghi dai quali è ospitato”. L’assessore Carletti ha invitato a “considerare nell’insieme delle valutazioni anche le azioni grazie alle quali 150 mila turisti all’anno visitano la città e soprattutto il suo centro storico, un flusso che contiamo possa essere incrementato ulteriormente dalla riapertura di importanti attività come le Terme di Fontecchio”. Sull’offerta 2018 di “Estate in città” l’assessore Carletti ha sottolineato che “il cartellone nasce all’insegna e di una forte collaborazione con le risorse sociali, culturali ed economiche della città, con un protagonismo degli operatori commerciali che va sottolineato per il contributo importante alla vivacità del centro storico e va accompagnato dalla comprensione dei residenti”. Con l’obiettivo di offrire opportunità di svago ad adulti e bambini, intercettando anche il gusto dei turisti, il programma proporrà appuntamenti con la musica, la danza, il teatro, l’arte, la moda, a contatto con i monumenti e i luoghi più significativi della città. Tra le iniziative principali all’interno di un programma che ospiterà gli eventi clou dell’estate come il Festival delle Nazioni, la Fiera di San Bartolomeo e la Mostra del Libro e della Stampa Antica, ci saranno la conferma di “Musica al Centro”, con la direzione artistica di Mauro Giorgeschi, che porterà le note d’autore di quattro formazioni accomunate da un percorso artistico di rilievo e da una produzione discografica; gli eventi culturali e artistici di “Note al Campanile”; la musica a tema di “Piazza Classica”; la novità di “Una città che balla”, con musica per danzare in un itinerario per le piazze e le vie del cuore della città; e le cinque serate di “Baby Circus in Città”, con animazione e giochi per i più piccoli. “Stiamo aspettando dal comitato organizzatore anche la conferma del ritorno della Mostra del Cavallo, con la sua nuova location alle porte del centro storico”, ha puntualizzato il sindaco Bacchetta. Tutti gli eventi di “Estate in città” sono organizzati con il Consorzio Pro Centro, rappresentato in conferenza stampa dal presidente Mauro Smacchia, con il supporto di Sogepu, per la quale è intervenuto l’amministratore unico Cristian Goracci. “C’è il massimo impegno degli esercenti del centro storico a fare la propria parte per offrire motivi di attrattiva a chi ama frequentare i luoghi centrali della città, con una proposta artistica completa e importante”, ha sottolineato Smacchia, che, pur dando atto all’amministrazione comunale di “un’attenzione e di una disponibilità costanti”, ha colto l’occasione per chiedere al governo cittadino “un intervento che permetta di riequilibrare gli squilibri che si sono creati con l’attivazione di una vasta area commerciale esterna alle mura urbiche”. “Le questioni numeriche – ha osservato Smacchia – sono una parte della valutazione della realtà del centro storico, che ha bisogno dell’apertura di attività commerciali importanti caratterizzate dalla continuità, grazie alle quali riempire i vuoti che si sono creati nei luoghi principali della città”. Nel rappresentare la “soddisfazione per la possibilità di offrire il supporto di Sogepu a un programma di iniziative molto importante, che coinvolge tutte le energie cittadine”, Goracci ha evidenziato come “il contributo logistico dell’azienda allo svolgimento degli eventi sarà valorizzato dai numerosi appuntamenti al teatro comunale Degli Illuminati, un luogo straordinario della nostra città che siamo onorati di poter gestire, nel quale sarà sempre più significativa anche la presenza del Festival delle Nazioni”.

 

Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *