ATLETICA: Faloci sarà presente agli Europei di Berlino

Agli Europei di Berlino 2018 il discobolo tifernate in forza alle Fiamme Gialle, Giovanni Faloci ci sarà. È da qualche gara che la misura indicata come standard d’iscrizione per la gara di lancio del disco, ovvero 63.50, era nell’aria, il team dell’Atletica Libertas Città di Castello che da sempre segue Faloci, aspettava solamente la spallata giusta: questa è arrivata ieri, mercoledì 13 giugno, a Tarquinia, in provincia di Viterbo, in occasione della seconda prova del Trofeo Silvano Simeon. In pedana sono scesi i migliori discoboli azzurri per quella che è stata definita una competizione memorabile: ben tre atleti hanno lanciato l’attrezzo oltre la misura minima per la partecipazione agli Europei. Con uno splendido 64.19, realizzato al terzo turno, Faloci si è aggiudicato la gara, seguito dai rivali di sempre: Nazzareno di Marco, 63.62 ed Hannes Kirchler, 63.55. “Una gara stupenda – ha commentato Faloci – una sfida all’ultimo lancio. La misura era nell’aria ormai da tempo e finalmente è arrivata. Ora spero di migliorare ancora prima di Berlino e l’occasione saranno i Giochi del Mediterraneo di fine mese”. Tanta la soddisfazione degli allenatori dell’Atletica Libertas Città di Castello, Lorenzo Campanelli, che segue Giovanni da quando era “bambino”, e Paolo Tanzi presenti a Tarquinia come in tutte le gare del discobolo. “Sapevo che poteva essere la gara giusta per Giovanni – ha sottolineato Campanelli – Sempre qui a Tarquinia, cinque anni fa, fece il suo miglior lancio di sempre, 64.77. È stata una gara esaltante, fino alla fine i migliori discoboli si sono sfidati con grinta e passione e, soprattutto, con una sana voglia di volare a Berlino. Ieri, per la prima volta dopo oltre 30 anni, ben 4 atleti nella stessa gara hanno realizzato misure ben sopra i 60 metri. E il nostro Giovanni ha concluso la competizione addirittura primo in classifica. Ora – conclude l’allenatore – abbiamo un mese e mezzo per concludere al meglio la stagione, a Berlino”. Gli Europei 2018, che si svolgeranno dal 7 al 14 agosto, non sono il primo impegno di così alto livello per il discobolo tifernate. “Questo per Faloci è il terzo Campionato Europeo assoluto, – ricorda con orgoglio il presidente dell’Atletica Libertas, Ugo Mauro Tanzi – inoltre Giovanni è sceso in pedana anche in occasione del Mondiale di Mosca. È l’unico atleta cresciuto nell’Atletica Libertas che ha partecipato a gare così importanti. Abbiamo avuto in passato altri atleti a competizioni internazionali, come Elena Carini e Marco Carlini, ma in categorie giovanili. Per noi è sempre una grande soddisfazione che ripaga anni di quotidiano impegno, sia dell’atleta che dell’allenatore”. A Tarquinia hanno gareggiato altri due atleti lanciatori tifernati ed entrambi hanno migliorato il proprio record personale: il martellista juniores Emiliano Rogliani che lanciato l’attrezzo ad un ottimo 54.77 e la discobola Federica Rosi, anche lei categoria juniores, che ha lanciato il suo disco a 38.21.

Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *