MASTER DI NUOTO: Record per squadra di 80enni romagnoli

Al XXXIII Meeting  Internazionale  di  Nuoto  Master “Italo Galluzzi” di Città di Castello la staffetta 4×100  mista di atleti ottantenni della Polisportiva  Garden  Master di Rimini ha stabilito per la prima volta il record italiano nella categoria M320. Nessuno prima di Domenico OlivieriPierfranco AgrestiniGiuseppe Fantini e Filiberto Bonduà (322 anni in quattro) aveva mai tentato di realizzare un primato in questa categoria, nella quale la longevità è il requisito principale. I nuotatori romagnoli ce l’hanno fatta con il tempo di 9 minuti, 18 secondi e 73 centesimi, tra l’ammirazione degli altri atleti e del pubblico a bordo vasca, tra cui l’assessore tifernate allo Sport Massimo Massetti, che hanno seguito con grande entusiasmo l’eccezionale prova della squadra. E’ sfumato invece per poco più di un secondo il tentativo della  Roma  Nuoto  Master di stabilire il nuovo record  europeo  con  la  staffetta  4×200  stile  libero  uomini  nella categoria  M120/159. La prestazione degli atleti laziali è stata comunque di altissimo livello ed è stata accompagnata dal palpitante tifo dei numerosi tifosi arrivati dalla Capitale per assistere al tentativo. La vasca esterna delle piscine comunali gestite da Polisport si è confermata velocissima e ideale per le grandi prestazioni, nel solco di una storia che dalla fine degli anni ’80 l’ha vista ospitare alcune tra le principali manifestazioni in Italia e il ritiro preolimpico per Seul 1988 della nazionale italiana di nuoto, con Giorgio Lamberti primatista mondiale per anni nei 200 stile libero e Stefano Battistelli, il primo azzurro a vincere una medaglia olimpica, e della selezione di pallanuoto. Grande la soddisfazione per i risultati conseguiti nella manifestazione dagli organizzatori, i Nuotatori Tifernati Polisport, che con il presidente Valentino Cerrotti e il responsabile organizzativo Francesco Serafini hanno curato nei minimi dettagli la preparazione dei due tentativi di record. Per la società tifernate c’è stata anche la gioia di aver superato, con le ultime adesioni last-minute, i 600 iscritti all’evento, che hanno riportato il Meeting “Galluzzi” ai livelli più alti di una tradizione lunga e fortunata.

Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *