LA COLOR GLASS REPLICA AL COMITATO: “si creano timori infondati. Operiamo per la gestione sostenibile nel territorio”

“La società Color Glass S.p.A., presa visione della nota del Comitato Salute Ambiente Trestina Calzolaro, dal titolo «Comitato salute ambiente Trestina Calzolaro: Cosa abbiamo respirato fino ad oggi?», non può non stigmatizzare la gravissima manipolazione posta in essere, sottolineando che tali affermazioni si basano su una ricostruzione dei fatti inveritiera che prescinde completamente dai complessi dibattiti tecnici coltivati nelle competenti sedi istituzionali e scientifiche.

Nella predetta nota, infatti, nella parte in virgolettato nella quale è riportato uno stralcio del testo della Determinazione Dirigenziale n. 4932 adottata dalla Regione Umbria in data 17.5.2018, sono state inserite tra parentesi notazioni in ordine agli effetti sulla salute umana delle sostanze rilevate da ARPA che NON compaiono nell’originale della predetta Determinazione notificata all’azienda.

Color Glass continuerà ad operare con il massimo impegno affinché la vicenda si risolva nel più breve tempo possibile con al centro l’obiettivo rappresentato dalla gestione sostenibile dell’impianto nel contesto territoriale.

Iniziative del tipo di quelle poste in essere dal Comitato Salute Ambiente Trestina Calzolaro non hanno nulla a che vedere con la tutela dell’ambiente e della salute pubblica, ma mirano unicamente a creare ingiustificati allarmismi nei cittadini, nell’evidente intento di creare un artificioso malcontento, magari da trasformare poi in consenso elettorale.

Ma l’ambiente non si tutela con la distorsione dei fatti e la creazione di timori infondati, bensì con l’investimento di risorse ed energie e con il costante controllo di ogni possibile effetto ambientale, in piena collaborazione con le Autorità a ciò preposte, nel tentativo di salvaguardare, soprattutto in tempi di crisi, valori altrettanto importanti quali l’occupazione e la serenità di coloro che nell’azienda lavorano e dalla quale traggono sostentamento”.

 

Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *