QUEI DATI SUL TURISMO che fanno allegri i residenti e i …

Bruno Lauzi direbbe che …”con quella faccia un po così” il turista lo riconosci subito, anche se non ha visto Genova, ma si è solo soffermato su altre bellezze, che sono quelle culturali che regala la città di Piero della Francesca. Sansepolcro regista un segno positivo sul turismo rispetto all’annata precedente. E lo fa grazie soprattutto al turismo straniero. Una cosa che giova non poco visto che il turista straniero da che euro è euro, spende di più e si lascia più andare negli sperticati complimenti che poi sono pubblicità gratuita. 

Turismo in crescita a Sansepolcro. Il 2017 ha fatto registrare un deciso aumento del flusso turistico verso la città di Piero della Francesca, migliorando nettamente la lieve tendenza positiva ma altalenante degli ultimi anni. Rispetto al 2016 gli arrivi sono cresciuti del +29% (da 21.381 a 27.490) e le presenze del +37% (da 44.234 a 60.723). È quello che emerge dai dati elaborati dal Settore Sistema Informativo di supporto Ufficio Regionale di Statistica in base a quelli raccolti dall’Istat. Un’importante novità è rappresentata dalla ripresa consistente del turismo straniero, dove si registrano numeri quasi raddoppiati sia sugli arrivi (da 4.636 a 8.396), sia sulle presenze (da 11.999 a 22.652); cresce ulteriormente anche il turismo italiano che rispetto al 2016 passa da 16.745 a 19.094 arrivi, e da 32.235 a 38.071 presenze.

“Siamo ancora in attesa di avere i dati disaggregati per poterli analizzare più approfonditamente, ma questi numeri rappresentano un risultato importante che conferma le percezioni positive degli ultimi tempi – ha commentato l’assessore biturgense al Turismo Luca Galli – Il +37% di presenze è senza dubbio il numero principale sul quale cade l’occhio, con oltre 16.000 pernottamenti in più che ci permettono di sfondare la simbolica quota dei 60.000. I dati certificano inoltre una crescita importante alla voce sugli arrivi, coerentemente con la percezione di turisti in città e l’incremento di ingressi al Museo Civico. Ma evidenziano anche un aumento della media di pernottamenti, seppure più contenuto, segnale del percorso intrapreso per fermare più a lungo il turista nella nostra città. E a proposito di museo, è bene sottolineare come questi importanti risultati siano stati ottenuti con la Resurrezione ancora in fase di restauro. Ora che la nostra principale attrazione culturale è tornata pienamente fruibile in tutta la sua bellezza, in città si respira un rinnovato entusiasmo nella speranza di migliorare ulteriormente questi ottimi numeri. Questi dati certificano che la strada intrapresa dalla nostra amministrazione è quella giusta.”

Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *