TERME DI FONTECCHIO a breve torneranno ad essere una risorsa per la città

“Le Terme di Fontecchio, tra pochi mesi, saranno di nuovo una risorsa per il nostro territorio.

Gli enormi investimenti privati, ci restituiranno, una struttura, unica nel suo genere nell’Italia Centrale; un complesso termale di origine Romana, classificato “Prima Categoria Super”, con capacità di offerte e servizi unici.

In un recente Congresso – si legge in un comunicato diramato dall’azienda-  proprio all’interno delle Terme  l’assessore regionale alla sanità, Luca Barberini, aveva preso l’impegno, che anche il servizio sanitario, avrebbe fatto la sua parte, impegnandosi a ripristinare le convenzioni sanitarie, per fanghi, bagni termali, cure idropiniche, cure vascolari, inalazioni e aerosol, insufflazioni tubo-timpaniche, riabilitazione motoria in vasca, riabilitazione respiratoria per patologie pneumologiche e affezioni delle vie respiratorie, oltre che per le patologie vascolari.

Un impegno che siamo certi, sarà mantenuto, in considerazione, della centralità nel nostro comprensorio, della struttura Termale, con attrattive di bacino di utenza persino dalla vicina Toscana.

È per questo che ci auguriamo, che nei prossimi giorni, durante la pianificazione delle risorse 2018 nelle varie strutture sanitarie regionali, le Terme di Fontecchio, (struttura convenzionata con il Sistema Sanitario Nazionale), possa avere dalla Regione la dovuta attenzione, propria degli anni passati.

Importante anche l’impegno sostenuto dall’Amministrazione Comunale, per rendere fruibile e godibile il parco delle Terme ai cittadini, in virtù della pubblica utilità che le Terme rappresentano per la nostra Città.

Oggi con il nuovo PRG, sarà infatti possibile, di pari passo con l’intervento privato, intervenire al fine di realizzare opere di completamento dell’intera struttura, quali il percorso verde, parcheggi, viabilità, in una sorta di nuovo accordo di programma. Infatti, il rilancio termale, sarà, oltre che un beneficio per la salute dei cittadini, anche una opportunità per il rilancio turistico e occupazionale, al quale le nostre amministrazioni, comunali e regionali, siamo certi daranno la giusta attenzione; un impegno, che con i risultati ottenuti, sarà unanimemente apprezzato”.

Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *