QUALI DATI E QUANTO ATTENDERE PRIMA DI SAPERE. Interrogazioni per Color Glass

In attesa di conoscere in maniera dettagliata i dati che l’Arpa per il momento  ha divulgato a pochi, registriamo la preoccupazione degli abitanti della zona sud del comune tifernate, che stanno aspettando la recensione di quanto rinvenuto sulla produzione della Color Glass. LA questione ha scatenato  chiaramente le polemiche dei comitati e dei gruppi politici  che hanno seguito la questione . Appare chiaro che in caso di rilevamento effettivo di un eventuale pericolo  per la  salute dei cittadini, accertato da un organo competente, la produzione sarebbe già stata disincentivata, quindi se questo non è avvenuto le dichiarazioni  divulgate assumerebbero di fatto un tono eccessivamente allarmistico.    Castello Cambia ha presentato una interrogazione al riguardo ritenendo “ il metodo adottato di comunicare i risultati dell’A.R.P.A. da parte dell’Assessore Regionale all’ambiente Fernanda Cecchini, sia irrispettoso, irrituale e allarmistico, nei confronti delle istituzioni locali e di coloro che hanno effettuato le analisi prescritte per la verifica delle emissioni delle lavorazioni non ancora rese pubbliche che la promozione  dei risultati come annuncio politico per recuperare i ritardi che hanno caratterizzato questa vicenda non elimina le responsabilità e  l’incapacità di intervento per migliorare l’ambiente del Trestinese. Sulla stessa posizione di Castello Cambia è Tiferno Insieme che con una nota diramata da Nicola Morini e Vittorio Vincenti riportano come “Alle notizie su Colorglass fatte circolare dall’assessore Cecchini, in verità in modo irrituale, speriamo seguiranno quanto prima i relativi atti di Arpa che avremo cura di leggere ed esaminare con la dovuta attenzione. Va rimarcata intanto la necessità da parte delle autorità comunali locali di abbandonare i toni accusatori finora usati nei confronti del Comitato che ha sollevato, opportunamente, la questione e di assumersi fino in fondo tutte le proprie responsabilità nella ricerca delle soluzioni più opportune”. Ora tutti spiegati in attesa dei dati che l’Arpa vorrà fornire a tutti   considerando che come ha riportato nell’interrogazione  Castello Cambia :” tali risultati resi pubblici prima di comunicarli agli organi competenti non garantiscono un grado di intervento a garantire la salute dei cittadini;

che i cittadini di Trestina con una petizione in data 16/06/2016 inviata al Sindaco di Città di Castello, alla Giunta Regionale (Direzione Regionale Risorse Umbria, Risorse Finanziarie e Strumentali, Servizio Valutazioni Ambientali, Sviluppo e Sostenibilità Ambientali) in cui comunicavano sgradevoli acri odori fastidiosi per i residenti vista la collocazione adiacente al centro abitato; che come gruppo consiliare con una comunicazione in Consiglio Comunale del  28/08/2017 avevamo evidenziato le criticità ambientali della lavorazione di prodotti considerati rifiuti speciali per la produzione di Biossido di Titanio effettuata dalla COLOR GLASS e che in data 31/08/2017 abbiamo richiesto la convocazione delle commissioni congiunte di “Controllo e Garanzia e Assetto del Territorio con la presenza della COLOR GLASS e dei cittadini; che a seguito della mobilitazione del “Comitato per la salute e l’ambiente del Calzolaro-Trestina e zona Sud dell’Alto Tevere, si sono svolte iniziative di partecipazione al C.V.A. di Trestina in cui i cittadini  hanno rivendicato analisi e verifiche da parte degli organi pubblici competenti in grado di conoscere la reale composizione delle emissioni esterne emesse nell’atmosfera da parte della COLOR GLASS, e che comunque alla data odierna non ci sono ancora note ufficiali da parte dell’Arpa se non quelle diramate dall’Assessore”.

 

 

 

Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *