COLOR GLASS: I DATI DIRAMATI DALL’ARPA rilevano elementi fuori autorizzazione

Sono arrivati i dati forniti da Arpa sulla Color Glass. Dati non proprio confortanti, visto che dalle analisi risulta superata la soglia di alcuni valori autorizzati e la presenza di sostanze non previste nell’autorizzazione. A questo punto con in mano i risultati crediamo che  debba essere fatto ogni atto necessario per la tutela della salute  dei cittadini. Questo è l’unico passaggio sul quale non si dovrebbe transigere.  Le analisi sulla Color Glass richieste a più voci nelle riunioni dei comitati hanno dato esiti che confermano le preoccupazioni di chi è sceso in piazza a contestare . Ora chi deve prendere posizione in maniera netta per garantire ai cittadini la salubrità dell’aria che respirano lo deve fare. Nell’ordine sono Usl, Amministrazione comunale tifernate e i competenti uffici regionali. Tempo da perdere non ce ne è molto, visto che di tempo già ne è stato perso a sufficienza. Ora chi deve fare i passi per migliorare la situazione li faccia e in fretta. Lo chiedono i cittadini e non solo di Triestina.

L’Arpa – ha scritto la Cecchini- ci ha anticipato i risultati delle analisi aggiuntive da me richieste sulle emissioni dell’impianto, il cui esito verrà inviato a Regione Umbria, Usl e Comune di Città di Castello. Dalle analisi risulta il superamento di alcuni valori autorizzati e la presenza di sostanze non previste dall’autorizzazione”.

Ora – ha sottolineato la Cecchini  – gli organismi preposti, Usl, Comune tifernate e uffici regionali, valuteranno la situazione ciascuno secondo le proprie competenze e provvederanno ad adottare i provvedimenti necessari alla tutela dell’ambiente e della salute pubblica. D’intesa con il Comune – ha concluso – adotteremo le azioni necessarie per garantire ai cittadini interessati una informazione trasparente, puntuale e tempestiva”.

 

Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *