SOGEPU si prende Polisport e alza il tiro sui rifiuti della media Umbria

Centosessanta milioni di euro da dividere tra i comuni soci; entro 60 giorni l’acquisizione delle quote di Polisport, azienda tifernate creata per la gestione degli impianti sportivi; un utile annuale che fa il seguito con quelli degli ultimi cinque anni; lavori di risistemazione  degli impianti natatori, con la creazione della piccola piscina per i bambini; pista di atletica e altre, sono queste le questioni tirate in ballo in conferenza stampa per spiegare come sarà il futuro dell’accoppiata Sogepu-Polisport che tra poco più di due mesi saranno  accorpate.   “Siamo al cospetto di bilanci di Sogepu e Polisport molto sani, che sono motivo di grande soddisfazione per l’amministrazione comunale perché sono lo specchio di conduzioni societarie rispettose degli obiettivi aziendali e degli interessi della collettività, in grado di accompagnare al meglio l’ormai imminente fusione per incorporazione dei due sodalizi”. E’ quanto ha dichiarato il sindaco Luciano Bacchetta nella conferenza stampa di stamattina sulla situazione di Sogepu e Polisport, alla quale hanno preso parte il vice sindaco con delega al Bilancio e alle società partecipate Michele Bettarelli e l’assessore all’Ambiente e allo Sport Massimo Massetti, l’amministratore unico di Sogepu Cristian Goracci, con il direttore Ennio Spazzoli, e l’amministratore unico di Polisport Angelo MonaldiNell’incontro con i giornalisti è stato chiarito che entro 60 giorni si conta di perfezionare l’acquisizione delle quote di Polisport da parte di Sogepu e successivamente verrà dato seguito alla procedura tecnica di fusione per incorporazione della società di servizi sportivi nell’azienda di servizi ambientali, che presumibilmente dovrebbe concludersi entro la fine dell’anno. “Nei prossimi due mesi l’acquisizione di Polisport da parte di Sogepu sarà portata all’attenzione della commissione consiliare competente con la presentazione dei bilanci delle due società e poi del consiglio comunale”, ha chiarito Bettarelli. Con il sindaco Bacchetta che ha rimarcato i meriti di Goracci e Spazzoli nell’andamento dell’azienda e nella gestione di Belladanza, mettendo in evidenza che “per il secondo anno consecutivo Sogepu sarà in grado di distribuire ai Comuni soci un dividendo di circa 160 mila euro”, è stato l’amministratore unico di Sogepu a dettagliare i risultati dell’esercizio 2017. “Un bilancio che ha fatto registrare il miglior risultato finanziario della storia dell’azienda – ha detto Goracci – grazie a un fatturato di 16 milioni 599.322 euro, cresciuto del 24,42 per cento rispetto ai 13 milioni 27 mila 612 euro dell’anno precedente, e a un utile netto di 313 mila 85 euro”. “Dal 2013 sono cinque i bilanci consecutivi chiusi dall’azienda con utili crescenti per complessivi 750 mila euro, una netta inversione di tendenza, dopo il triennio 2010-2012 che aveva fatto registrare due esercizi in perdita”, ha precisato Goracci, che ha segnalato come i risultati gestionali siano stati accompagnati da investimenti nel polo di Belladanza per 12 milioni di euro nel biennio 2016-2017 (per il potenziamento della discarica e la realizzazione dell’impiantistica per il trattamento del rifiuto indifferenziato e della frazione organica umida in attuazione del Piano d’Ambito dell’ex Ati 1); da una politica di costante contenimento della Tari, che a Città di Castello dopo la riduzione del 16 per cento nel triennio 2016-2018 punterà a superare il 20 per cento nei prossimi anni con l’aggiornamento dopo l’estate del piano industriale 2017-2033; da un’accentuazione della capacità competitiva dell’azienda, che ha vinto nel 2017 il bando di gara della VUS da 2 milioni 485 mila euro per la gestione per un anno della raccolta e del trasporto di rifiuti solidi urbani in dieci comuni della fascia di Foligno-Spoleto; dal mantenimento delle certificazioni ISO 9001 e ISO 14001 e dalla piena attuazione di tutte le normative dettate dall’Autorità Nazionale Anticorruzione. Come ha spiegato MassettiSogepu parteciperà alla procedura di gara dell’Auri per l’affidamento in concessione del servizio pubblico locale di gestione integrata dei rifiuti urbani dell’ambito territoriale n.1 dell’Umbria, che entro il 9 luglio prevede la presentazione dell’offerta tecnica ed economica ed entro il 30 settembre l’affidamento del servizio. “In termini di fatturato la nostra situazione è chiaramente diversa da Sogepu, ma siamo soddisfatti di aver chiuso il bilancio consuntivo 2017 con un utile di 9 mila euro, in crescita rispetto al 2016”, ha sottolineato Monaldi, che ha dato conto degli importanti investimenti che l’anno scorso sono stati effettuati grazie al Comune e a Sogepu per la sistemazione della piscina esterna dei bambini; per l’adeguamento della pista di atletica, di cui è prossima la riapertura grazie a Comune e Provincia; per la dotazione di tutti gli impianti sportivi con defibrillatori grazie a Farmacie Tifernati, con la relativa formazione del personale. “Sia Sogepu che Polisport stanno operando con serietà e professionalità, che vanno sottolineate e riconosciute”, ha detto Massetti, il quale rispetto alla situazione di Belladanza e alla questione della frana, sulla quale è intervenuto ieri il gruppo consiliare di Castello Cambia, ha ricordato come “nell’ambito del progetto di potenziamento della discarica siano già stati eseguiti interventi di messa in sicurezza del movimento franoso, anche con il coinvolgimento del Corpo Forestale dello Stato, grazie ai quali la situazione è pienamente sotto controllo, e saranno effettuati ulteriori investimenti, già programmati, con cui verrà risolta definitivamente la situazione”.  “Il movimento franoso è noto ed è sotto controllo dalla fine degli anni ’80”, ha osservato Spazzoli, che ha spiegato come siano già stati condotti  “lavori di consolidamento della collina per 600 mila euro complessivi con palificazioni del sottosuolo, oltre a interventi di regimazione delle acque a monte della frana, ai quali seguiranno entro la fine dell’estate ulteriori opere di bonifica definitiva della situazione”.

Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *