ILLUMINATI : Una stagione da ricordare. Le manifestazioni culturali raccolgono 7mila appassionati

Si è conclusa con oltre 2400 spettatori la stagione di prosa del Teatro degli Illuminati di Città di Castello: “Un successo annunciato” commenta il vicesindaco e assessore alla Cultura Michele Bettarelli, ricordando come “già dalla presentazione del cartellone in autunno le scelte artistiche che il Comune fece insieme a TSU lasciano presagire una risposta positiva da parte del pubblico, perché nomi importanti e produzioni di primo piano sono stati proposti ad una città da sempre molto sensibile a questa forma di espressione artistica. Da quest’anno poi la campagna promossa da Olio Ranieri ha facilitato l’accesso e l’avvicinamento di tanti giovani alla stagione di prosa, grazie ad un’incentivazione che ha dato i suoi frutti e di cui auspichiamo la conferma nel momento in cui ci aggiungiamo a lavorare per la prossima”. “In realtà l’attività del Teatro degli Illuminati, ha registrato un salto di qualità, proponendo ben tre stagioni. Oltre alla collaudata rassegna Teatro Ragazzi, con quasi 2500 piccoli spettatori per i sette appuntamenti in programma, abbiamo sperimentato anche il Teatro a chilometri zero, che si è conclusa nei giorni scorsi, con una partecipazione entusiasta agli allestimenti delle compagnia locali e il tutto esaurito per molti degli spettacoli” aggiunge Bettarelli, sottolineando come “L’idea di riportare nel luogo simbolo della cultura teatrale, le molte esperienze della città, è stato premiato dal numero record di 1520 spettatori e nasce dall’intenzione di valorizzare i talenti locali e dare un palcoscenico ai talenti tifernati. Guardando al futuro, i dati delle tre stagioni non possono se non suggerire una conferma di tutte le stagioni proposte e dell’impegno profuso dall’Amministrazione, con una griglia di agevolazioni e scontistiche, perché il Teatro sia oggetto di una fruizione trasversale all’età anagrafica, familiare come nel caso di Teatro Ragazzi, e al fianco del protagonismo artistico cittadino”.

Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *