SANSEPOLCRO :TORNA IL CIBO DA STRADA. Un successo da replicare, ma con attenzione

Il cibo da strada un tempo era il cibo del popolo; erano quelle particolarità che potevi trovare solo ed esclusivamente lungo la vie di transito verso le stazioni ferroviarie, i porti, i mercati,  insomma i luoghi di maggiore afflusso di gente.  Cibo di facile e veloce consumazione,  prezzo di assoluta convenienza, tra un lavoro ed un altro. La nostra nazione è piena di mercatini, di strade di piazze,  dove il baracchino sforna panini, piadine, frittini di ogni genere. I trippai in toscana e soprattutto a Firenze hanno fatto la storia del cibo di strada. I venditori di fritto lo hanno fatto a Napoli e in Sicilia.   Oggi sono una vera e propria kermesse. Ogni città ha il suo street food e nascono organizzazioni che trasferiscono in massa questi negozi itineranti della bontà.  Qualche buon fine settimana riempiono le strade di bancarelle che vendono queste peculiarità. A Sansepolcro ci pensa la Confcommercio a organizzare in questi giorni che vanno da venerdì in poi, il percorso culinario lungo il corso principale, arricchito da altre manifestazioni collaterali. Qualcuno potrebbe obiettare che alla fine queste manifestazioni stanno perdendo la loro peculiarità che era quella della ricerca del piatto caratteristico ad un prezzo concorrenziale. In molti si domandano: il bussiness ha colpito anche l’apetta colorata e ridondante di buone cose, oppure esiste sempre quella buona differenza anche “salariale” tra un mangiare all’aria aperta o gustarsi un piatto al chiuso comodo servito e riverito  ? Spesso il prezzo ha più il sapore di un tutto preconfezionato che non la giusta qualificazione di un piatto, si ricercato, ma sempre servito nella location che più lo dovrebbe caratterizzare: appunto la strada che ne dovrebbe di fatto giustificare il suo costo contenuto.  Soffermiamoci anche su questo affinché la bellezza dello street food non si trasformi in una sorta di Circo Barnum.

“Food&Street” è stata presentata ufficialmente questa mattina (lunedì 16 aprile 2018) in Palazzo delle Laudi a Sansepolcro nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato il sindaco Mauro Cornioli con l’assessore alla cultura Gabriele Marconcini, la presidente di Confcommercio Toscana Anna Lapini e la neoeletta presidente della delegazione Confcommercio Valtiberina Anna Maria Cantucci, con il responsabile di zona Massimiliano Micelli.
“Il gradimento riscosso dalla prima edizione di questo format ci ha convinto fin da subito a supportare questa nuova esperienza”, ha detto il sindaco di Sansepolcro Mauro Cornioli, “come amministrazione, riteniamo che questi eventi rappresentino un importante momento di aggregazione in grado di calamitare l’attenzione sul territorio. L’obiettivo è quello di rivitalizzare il nostro centro portando migliaia di visitatori dal circondario e sostenendo il tessuto economico e le attività presenti.” “Una formula semplice e di sperimentato successo per una kermesse che non mancherà di attirare tanti visitatori, promuovendo la città anche come meta di shopping e divertimento, oltre che di grande cultura”, ha detto la presidente di Confcommercio Toscana Anna Lapini, “le città vivono di questo ‘melting pot’ di interessi, multiformi quante sono le persone. È questo che le rende vive”. Ne è convinta anche la presidente della delegazione valtiberina di Confcommercio Anna Maria Cantucci: “stiamo preparando la migliore accoglienza per chi vorrà unirsi a noi. Sarà una bella opportunità per accendere i riflettori sulla rete commerciale di Sansepolcro, che è ricca di negozi di tutti i settori merceologici, con prodotti belli e originali”.
UN GRANDE MERCATO SENZA CONFINI 
Trenta gli stand che animeranno la fiera, tra sapori internazionali e di casa nostra, piatti gourmet, i classici cibi di strada e il meglio delle nuove tendenze culinarie ‘on the road’. Dalle tapas messicane al souvlaki greco, dalla birra belga alle mini-crepes olandesi passando per l’asado argentino, i burritos, la paella e molto altro ancora. Dalla Spagna arriverà anche il ballo più tradizionale, il Flamenco, con ballerine e attori valenciani de “El Rincon de Espana” a scandire ogni giornata con cinque spettacoli, alle ore 11.30, 13.30, 17.30, 19.30 e 21.30.
Tra le grandi specialità della kermesse saranno presenti anche i prodotti italiani come i formaggi, il tartufo, la pasta fresca, il caratteristico carciofo alla Giudìa, lo gnocco fritto emiliano, la tigella modenese, gli arancini siciliani, orecchiette e panzerotti pugliesi. La Toscana schiera in campo lampredotto, porchetta e salumi, oltre al gustoso hamburger di carne Chianina e agli intramontabili cartocci di pesce e verdure fritte. Non mancheranno i tradizionali piatti della Valtiberina, grazie all’inserimento nel circuito di alcuni ristoratori locali, chiave vincente della formula che ha riscosso grande successo nella sua prima edizione. Tra le cose da non perdere: lo spiedino di fegatello cotto nell’unto, la bagiana (mix di fave e pancetta), il torcolo e, per i più temerari, l’agliata a base di aglietti freschi e pancetta.
ARRIVANO I FOOD TRUCK
Novità dell’edizione 2018, i “food truck”: i romantici furgoncini a due e quattro ruote si disporranno in viale Diaz accanto ai tradizionali stand per servire piatti selezionati della migliore cucina italiana. Ci saranno anche cibi gluten free e vegani, un’alternativa alimentare sempre più in voga negli ultimi anni. Tra le curiosità: la prima ‘cargo bike truck’ sperimentata nei mercati da BBQ per preparare in diretta hamburger di chianina.
UNA CARD PER LO SHOPPING NEI NEGOZI
“Food&Street” rafforza poi il legame con la rete commerciale del Borgo grazie alla “Food&Street Shopping Card”, la speciale carta che nella tre-giorni del gusto permette di fare acquisti a prezzi agevolati in oltre 40 attività commerciali di Sansepolcro.
MUSICA LIVE IN VIALE DIAZ
Tre grandi spettacoli musicali ad ingresso gratuito allieteranno il pubblico presente a “Sansepolcro Food&Street”. Venerdì 20 aprile dalle ore 20.30 sarà la Ballantine Band ad esibirsi nell’area allestita al centro di viale Diaz. Il gruppo musicale, reduce dai successi internazionali con il cantante aretino Enzo Ghinazzi, in arte Pupo, arriva a Sansepolcro con sonorità pop e con un repertorio internazionale pronto a far ballare tutti. Sabato sera invece Taccoepunta show con l’omonima band biturgense, che salirà sul palco alle ore 21 con voce, chitarra e ritmi jazz. Domenica 22 dalle ore 20, infine, musica live con Rock Out, gruppo di Brit Rock che riproporrà il repertorio di band come gli Oasis, i Coldplay, Blur, Franz Ferdinand, Black Keys o Kasabian.
“MANGIA LA CULTURA”, ALLA SCOPERTA DI PIERO
Altra grande novità: l’iniziativa ‘Mangia la cultura’, promossa da Confguide, l’associazione delle guide turistiche di Confcommercio. Due i percorsi culturali nei quali accompagneranno il pubblico: un itinerario museale (2 ore, costo 9.50€) che prevede la visita alla Casa natale di Piero della Francesca, alla Cattedrale con il Volto Santo e al Museo Civico per ammirare la Resurrezione fresca di restauro; poi il percorso outdoor (2 ore, gratuito) alla scoperta delle bellezze di Sansepolcro. Le visite sono fissate sabato e domenica con partenza da viale Diaz: alle ore 14:30 saranno riservate alla parte museale mentre alle 17 sarà la volta della passeggiata outdoor. Aperte le prenotazioni su www.facebook.com/events/583271975342913, inviando una mail a sansepolcro@confcommercio.ar.it o telefonando  allo 0575 742787.
INSTAMEET RESURREZIONE
Instagramers e Confcommercio hanno organizzato un contest fotografico con la “Resurrezione” di Piero della Francesca sullo sfondo. Un ‘instameet’ che avrà come elementi chiave la cultura, lo shopping e l’enogastronomia: ritrovo alle ore 10.30 in viale Diaz, visita al Museo Civico con l’accompagnamento di una guida e di seguito pranzo tra gli stand. Già esauriti i posti disponibili, a dimostrazione dell’interesse dell’iniziativa.
ANIMAZIONE PER I PIU’ PICCOLI
Food&Street avrà anche un kindergarten: i più piccoli potranno divertirsi giocando con i gonfiabili montati nel verde di viale Diaz. Apertura sabato 21 e domenica 22 dalle ore 10 alle ore 19.
Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *