CULTURA: L’arte del Merletto biturgense conquista Venezia

Sono state Anna Capozzi – vicepresidente dell’associazione “Il merletto nella città di Piero” – e Sabina Pinato a riportare a Sansepolcro due doppi riconoscimenti che danno ulteriore lustro alla nostra tradizione del merletto a fuselli.
Anna Capozzi, si è aggiudicata la vittoria alla quarta edizione del concorso “Un Merletto per Venezia”, dedicata al tema “Merletti per Uomini”, sia per quanto riguarda la sezione merletto a fuselli stile antico con l’opera “Aquila Reale”, sia per quella del Merletto a fuselli stile moderno con l’opera “Ragnatela”.
Allo stesso modo Sabina Pianto (allieva della stessa Anna) ha completato l’en plain con un’altra doppia vittoria nelle stesse due rispettive categorie con due opere denominate “Ascot” e “Vestiamo le sigarette”.
“Complimenti alle nostre merlettaie – ha commentato l’assessore biturgense alla Cultura Gabriele Marconcini – , all’associazione “Il merletto nella città di Piero” e alla scuola della nostra città. Questo doppio importante riconoscimento ci dà un ulteriore stimolo ad investire su questa preziosa arte che arricchisce il nostro patrimonio culturale cittadino. Da più di cento anni il merletto a fuselli rappresenta una specifica risorsa territoriale che contribuisce a identificarci anche al di fuori del contesto valtiberino. Non a caso è a partire da tale consapevolezza che da diversi mesi a questa parte stiamo lavorando per valorizzare pienamente questa nostra specialità attraverso un percorso che ci ha portato, assieme ad altre 17 città, a presentare la candidatura per ottenere il riconoscimento Unesco.”
“Come Comune – continua Marconcini – abbiamo espletato tutto l’iter necessario e al momento siamo in attesa di una risposta ufficiale da parte della Commissione Nazionale. Indubbiamente, a prescindere dall’esito di questo responso, le relazioni che abbiamo sviluppato con le altre realtà d’Italia dedite a questa arte sono già di per sé funzionali a far crescere questa nostra pregevole attitudine.”

Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *