SANSEPOLCRO : Il Bilancio nei vari punti e la sua approvazione

Dopo la pausa, il Consiglio ha esaminato il Bilancio di previsione 2018-2020, suddiviso nei punti inerenti il Documento Unico di Programmazione (DUP), il Piano delle Opere Pubbliche, l’Imposta Unica Comunale (Imu-Tasi), addizionale comunale all’imposta sul reddito. Il punto è stato aperto dalla lettura del sindaco dell’ordine del giorno presentato dalla maggioranza e relativo il programma degli interventi da mettere in atto nel 2018: diciannove punti che spaziano dalle opere pubbliche ai progetti e regolamenti su cultura, sanità, turismo, sociale. La parola è passata all’assessore al Bilancio Del Furia che nella sua relazione ha elogiato gli uffici per il lavoro svolto in tempi rapidissimi,

evidenziando la rimodulazione dell’IMU su tutto il comparto produttivo (0,82 > 0,80 su immobili di proprietà, 0,92 > 0,90 su quelli locati), primo risultato della lotta all’evasione; nessun aumento per la TARI che al contrario potrebbe subire riduzioni; maggiore copertura dei servizi a domanda individuale per i quali (asilo nido) sebbene non inclusa in questa manovra è già attiva una riduzione del 10% grazie ai contributi destinati esclusivamente per il nido comunale. A seguire, il consigliere Rivi dà lettura di un documento firmato dalle forze di opposizione con alcune considerazioni sulla mancanza di progettualità e partecipazione nella stesura del bilancio, seguito dalla presentazioni dei vari emendamenti presentati dai singoli gruppi. Dopo un ampio dibattito, il Consiglio ha approvato il punto delle linee programmatiche della maggioranza (voto contrario delle minoranze); Respinto l’odg del gruppo M5S sul Ponte sul Tevere con voti favorevoli di Pd e Lega, astensione Fi e contrario maggioranza; Respinto anche il secondo odg del M5S su intervento raccolta rifiuti con voto favorevole di Lega, Fi e Laurenzi (Pd), astensione Frullani (Pd) e contrario maggioranza; non passa l’odg congiunto delle minoranze, che trova il voto contrario della maggioranza; stessa sorte per gli altri due odg inerenti l’arredo urbano in piazza Torre di Berta e la maggiore partecipazione/trasparenza in fase di stesura bilancio; respinto infine l’emendamento sull’impiego dei proventi dalla riscossione dei tributi insoluti sul sociale con voto favorevole del Pd, astensione di Fi e Lega e contrario dei gruppi di maggioranza.

L’approvazione del bilancio si è conclusa con la votazione finale dei vari punti di cui sopra, tutti approvati con voto favorevole dei gruppi di maggioranza e contrario delle opposizioni.

Il Consiglio Comunale si è concluso con l’annuncio della nuova seduta convocata dal presidente Moretti per lunedì 19 febbraio.

Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *