QUELLE STRADE DA RIQUALIFICARE. Le nuove mappature nel nostro territorio

Un territorio, il nostro, ricco di strade che si inerpicano sulle colline e che spesso non sono valorizzate da una cartografia non aggiornata e da una manutenzione poco adeguata. Strade che spesso vengono utilizzate dagli amanti della bicicletta e che forse grazie anche ai loro spostamenti hanno ripreso una loro dignità. Strade che figurano magari su mappature nazionali, utilizzate da amanti dei percorsi verdi e che hanno un loro valore storico e anche per questo vanno rivalutate. Ora ai tecnici spetta l’impegno gravoso di ripresentare un prospetto nuovo con indicazioni diverse per tutte quelle strade che sono indicate come poderali, vicinali e classificarle in maniera nuova. E’ iniziato, infatti, in commissione “Assetto del Territorio” l’iter che porterà il consiglio comunale ad approvare il regolamento per la classificazione e declassificazione delle oltre 900 strade vicinali nel territorio comunale di Città di Castello. Alla presenza dell’assessorato ai Lavori Pubblici, nell’ultima seduta dell’organismo consiliare è stata presentata una bozza che disciplina le diverse fattispecie di percorsi e le relative procedure, andando a integrare in una formulazione più completa la delibera del consiglio comunale del 1993 sulla cui base sono stati finora gestiti gli atti relativi alla strade vicinali. Attraverso l’aggiornamento delle disposizioni in materia si potrà regolamentare adeguatamente soprattutto la declassificazione delle strade di carattere poderale, che sono rimaste tracciate nelle cartografie, ma non esistono più. Anche in funzione di un loro possibile utilizzo cicloturistico, dal confronto è emersa l’esigenza di porre attenzione all’esistenza di percorsi di valore culturale o storico che potrebbero essere sfuggiti alla classificazione del Piano Regolatore Generale, dove questa tipologia di itinerari è censita.

Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *