Marchetti Lega :” Per altre situazioni è stato facile trovare i fondi subito”

La proposta di rinvio al prossimo anno per mancanza di fondi ha scatenato una serie di polemiche nelle fila della minoranza. Riccardo Marchetti, capogruppo della Lega, ha dichiarato che “la fascia di chi prendeva l’agevolazione è ampia a Città di Castello. Ci sono anziani con 600 euro di pensione che devono pagare la Tari, chi lavora all’estero perché in Italia non c’è lavoro, ha solo il 20 per cento. E’ difficile trovare i fondi ma 300mila euro per bambini di genitori stranieri sono stati trovati. Infine un caso specifico: i bar di Trestina hanno la Tari come quelli del centro ma a loro il vetro che non viene ritirato. Devono pagare meno o avere il servizio”. Cesare Sassolini, capogruppo di Forza Italia, ha chiesto il voto favorevole della maggioranza: “Oggi è il primo passo verso una razionalizzazione migliore per chi non riesce proprio a pagare. Propongo una bolletta nella quale fino ad un consumo minimo si paga la cifra simbolica dell’allaccio al contatore e poi tariffe modulari per chi consuma di più. Sgravi fiscali ai negozi di prossimità sarebbero un bel segnale”.

Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *