Le associazioni di volontariato fuori dalla mostra del Tartufo

“Non c’è alcuna polemica preventiva, ma la necessità di approfondire problematiche che possono lasciare il segno. La Mostra del Tartufo appena terminata non può certo essere celebrata come un successo; per ragioni oggettive come l’altissimo costo del prezioso tubero che hanno limitato la compra vendita dello stesso, ma anche la formula di 6 giorni che si è dimostrata di difficile gestione vista la chiusura anticipata di alcuni stand con anche l’evidente ripetitività di molte offerte già presenti nel fine settimana precedente con L’Altrocioccolato”. La replica alle celebrazioni della giunta è di Lignani Marchesani che continua :” Ottimizzare la spesa delle tensostrutture è stato da un lato una necessità, dall’altro un boomerang. In un tale ambito va approfondita la decisione di escludere le Associazioni del Volontariato dagli stand fieristici: in un contesto in cui l’afflusso è stato per le ragioni sopra esposte conculcato dette Associazioni avrebbero forse potuto animare con maggiori presenze e maggiore densità dell’offerta fieristica il variegato panorama della fiera. Scopo dell’interrogazione – conclude Marchesani – che verrà protocollata nei prossimi giorni è stimolare l’Amministrazione ad un opportuno approfondimento di una situazione difficile senza che la stessa perseveri in autocelebrazioni dopo ogni evento che servono alla propaganda ma non a risolvere i problemi della Comunità”.

Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *