TROPPI DUBBI SULLA GESTIONE RIFIUTI FATTA DALLA SOGEPU

Da sx Sassolini, Fucelli, Caprini, Bacchetta, Ioni, Massetti, Pasqui1394558111“Ci sono molti interrogativi su come Sogepu gestisce carta e plastica e sui risultati della raccolta differenziata, nonostante l’incremento del porta a porta a quasi tutto il comune” ha detto il capogruppo di Forza Italia Cesare Sassolini, illustrando un’interrogazione “Perché dal 2013 Sogepu non indice aste pubbliche su carta riciclata? Quale è il prezzo di vendita della carta? Con cosa guadagna la plastica che ha scarti di circa il 50 per cento? E’ poco chiaro come vengano smaltiti i residui della lavorazione della plastica. Se Sogepu opera in regime di monopolio, perché investe così tanto in pubblicità? Potrebbe usare le risorse per abbassare le tariffe o regolamentare meglio come erogarle”. Riportando la relazione di Sogepu, Massimo Massetti, assessore all’Ambiente, ha dichiarato che “il prezzo di vendita della carta nel triennio 2013-2016 è 61 euro a tonnellata. Sogepu ha condotto un’indagine di mercato nel 2014 e i prezzi sono in linea così come i prezzi dei materiali in plastica, venduti a 46 euro a tonnellata. I contributi sono erogati sulla base del regolamento ma i costi di gestione risultano diminuiti così come le tariffe, ridotte dell’undici per cento nell’ultimo anno. Nella replica Sassolini ha sottolineato come “I bilanci sono migliorati ma non sono molto trasparenti nelle modalità con cui si decide di erogare denaro verso il comune, sponsorizzazioni, o soggetti terzi. Alla comunità deve tornare qualcosa di utile e vantaggioso, come aiuto per l’accesso ai servizi per tutte le fasce svantaggiate. Sollecito finalità più adeguate”. “Lei è soddisfatto?” ha rilanciato all’assessore Massetti che ha risposto “Sogepu ha un’autonomia nell’ambito del nostro controllo. Non è la prima volta che chiediamo giustificazioni ad ogni cosa che fa e l’azienda l’ha sempre fornite. Solleciterò a risposte più dettagliate ma le risorse sono distribuite sulle base di un regolamento e non in modo arbitrario”.

Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *