NON CI SONO PIU’ ISOLE FELICI. RICERCARE LA LEGALITA’

Il neo procuratore generale di Perugia Franco Cardella a margine di un incontro sulla legalità che si è tenuto a San Giustino ha purtroppo sottolineato “la necessità di un più stretto legame a rete tra cittadini e forze dell’ordine per cercare di salvaguardare il territorio e impedire l’inserimento della malavita organizzata. Pericolo purtroppo sempre più contingente. All’incontro erano presenti anche esponenti delle forze dell’ordine. Il dirigente del commissariato tifernate Marco Tangorra ha dichiarato che ” bisogna parlare ed affrontare le questioni legate alla sicurezza a 360 gradi cercando di non sottovalutare le nuove emergenze. “Le più sentite congratulazioni al neo procuratore generale di Perugia, Fausto Cardella, per il prestigioso incarico che andrà a ricoprire a Perugia. Anche ieri ci ha omaggiato con la sua presenza ad una iniziativa pubblica su legalità e sicurezza, come peraltro in altre occasioni in passato nella nostra città. Temi e questioni che, le istituzioni, assieme alle forze dell’ordine, alla magistratura e alle scuole, colonne portanti del nostro tessuto sociale, portano avanti sempre con rinnovato interesse e coinvolgimento della collettività. Le parole e i concetti espressi ieri dal procuratore generale Cardella nei confronti della vivacità, fervore culturale e sociale della nostra città, in particolare nei confronti delle giovani generazioni, ci rendono orgogliosi e ci spingono a proseguire su questa strada”. E’ quanto dichiarato dal sindaco di Città di Castello, Luciano Bacchetta, che ieri, durante e a margine del convegno organizzato al circolo degli Illuminati, ha rinnovato al neo-procuratore generale di Perugia, Fausto Cardella, “le congratulazioni per un proficuo lavoro anche nella regione che l’ha visto protagonista nel corso della sua brillante carriera”. “A Città di Castello, sul fronte della tutela del territorio, sicurezza e legalità – ha detto Bacchetta – da sempre si è instaurato un rapporto sinergico con le forze dell’ordine soprattutto sul versante della prevenzione attraverso iniziative e manifestazioni mirate nelle scuole di ogni ordine e grado per cercare di diffondere un senso di appartenenza, rispetto delle regole a partire da quelle quotidiane della normale convivenza”. “La paura e la mancata percezione di sicurezza – ha concluso il sindaco Luciano Bacchetta – si combattono restando uniti e remando tutti nella stessa direzione collaborando con le forze dell’ordine e la magistratura ad ogni livello per creare gli anticorpi necessari a respingere infiltrazioni malavitose, microcriminalità e situazioni a rischio soprattutto per i nostri figli e per le giovani generazioni che comunque dimostrano spesso una maturità ed un senso civico diffuso”.

Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *