CALCIO: Per il Trestina è solo questione di esperienza. Peccato per alcune gare finite male

Dopo dodici giornate di campionato nazionale dilettanti a Trestina si
cominciano a trarre le conclusioni su quale potrà essere il campionato dei
bianconeri. Sicuramente in molti si attendevano notevoli difficoltà per i ragazzi del presidente Bambininell’affrontare un campionato così difficile, e nuovo per i colori bianconeri. Invece, ad onor del vero,dobbiamo dire che la squadra ha sempre giocato alla pari con tutti gli avversari anche con quell’Arezzo, favorito per la vittoria finale, che,
nonostante le tre reti di scarto, ha sofferto molto per potersi
aggiudicare i tre punti in palio. Il Trestina può anche recriminare qualcosa nell’ultima gara a Castel Rigone, gara complicata da qualche indecisione dell’estremo difensore Nicola Ceccagnoli e da due/ tre occasioni incredibili fallite in rapida
successione da Barbetta, Dini e Picchirilli.
Di certo il Trestina può recriminare su qualche altra gara nel corso della
quale ha raccolto molto meno di quanto seminato, stiamo parlando della
trasferta di Arezzo con il Sansovino e della trasferta di Ponte San
Giovanni, per non parlare poi della gara interna con il Pierantonio, gara
nella quale si sono evidenziate le inesperienze in categoria di alcuni giocatori e dello stesso allenatore. Ora c’è solo da ricaricare le pile ed aspettare quello che il Trestina deciderà nel mercato di riparazione, sembra infatti che la società
del Presidente Bambini sia orientata ad aggiungere alla già folta rosa un
attaccante di peso da affiancare a Daniel Mancini.

Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *