Dramma a San Giustino: tenta di impiccarsi ad una trave, intervento dei carabinieri, ma è grave

Ancora una volta un tentativo di suicidio è stato sventato grazie al tempestivo intervento dei Carabinieri. Almeno si spera, considerato che l’interessato è ricoverato in prognosi riservata.

Intorno alle 13.00 di oggi un uomo residente a San Giustino ha inviato un SMS ad un parente, con il quale annunciava il suicidio. Quest’ultimo ha immediatamente contattato la centrale operativa della Compagnia Carabinieri di Città di Castello. E’ stata allertata una pattuglia della Stazione Carabinieri San Giustino, agli ordini del Luogotenente Meloni. I militari si sono precipitati presso l’abitazione dell’uomo. Senza alcun motivo concreto, hanno intuito che non potevano perdere tempo e così, notata l’autovettura dello sventurato parcheggiata nei pressi dell’abitazione, senza pensarci su hanno sfondato la porta di ingresso. L’aspirante suicida è stato trovato in camera da letto ove, dopo aver legato una corda alla trave del soffitto, si era impiccato. I Carabinieri lo hanno subito liberato prestando le primissime cure. Fortunatamente era ancora vivo. Sul posto è subito giunta un’ambulanza del 118 che ha trasportato l’uomo presso l’ospedale di Città di Castello. I sanitari, considerate le gravi condizioni di salute, ne hanno disposto il ricovero, come detto, in prognosi riservata. Tutti, ed in primis i militari intervenuti, si augurano che lo sventurato possa presto rimettersi.

Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *